Investigazioni aziendali e licenziamento per giusta causa
venerdì, 28 aprile 2017 / Published in News

Sono sempre di più le imprese che scelgono le investigazioni aziendali per procedere al licenziamento per giusta causa di dipendenti infedeli. In base all’art. 2119 del Codice Civile esiste infatti la possibilità di recedere il contratto di lavoro a tempo indeterminato in tronco, quindi senza bisogno di preavviso. Affinché questo avvenga è però necessario che si verifichino particolari situazioni che rendono impossibile la prosecuzione del rapporto.I motivi all’origine del provvedimento devono essere oggettivi e gravi, tali da determinare la caduta del vincolo di fiducia tra titolare e dipendente.

 

Ecco alcune delle ragioni più diffuseche possono portare al licenziamento per giusta causa:

  • furti in azienda;
  • assenteismo e false timbrature;
  • simulazione di malattie e infortuni;
  • abusi dei permessi per assistenza della legge 104/92
  • condotta violenta sul luogo di lavoro;
  • diffusione illecita del know-how aziendale a vantaggio dei competitor.

 

 I VANTAGGI DELLE INVESTIGAZIONI AZIENDALI

Il sospetto, o la certezza della colpevolezza, non sono sufficienti per procedere al licenziamento per giusta causa del dipendente infedele. Ogni abuso deve essere accuratamente documentato, e sostenuto da prove inequivocabili e ammissibili in sede di giudizio. Le indagini sul personale sono la soluzione migliore per tutelare il patrimonio aziendale e mettersi al riparo da eventuali cause intentate dal dipendente infedele.

Al contrario delle investigazioni fai da te, che violando il diritto alla privacy potrebbero trasformarsi in un boomerang per l’impresa, il ricorso a un investigatore privato è uno strumento sicuro, efficace e risolutivo.Dopo un accurato processo di ascolto del titolare, e delle sue esigenze, l’investigatore privato progetta e realizza un’investigazione su misura, raccogliendo tutte le testimonianze e le evidenze della caduta del vincolo di fiducia. Al termine dell’indagine il datore di lavoro potrà contare su un dossier corredato di foto, video e altre testimonianze indispensabili per dimostrare la necessità del licenziamento per giusta causa.

INVESTIGAZIONI PER ASSENTEISMO E ABUSI DELLA LEGGE 104
giovedì, 20 aprile 2017 / Published in News

Le investigazioni per assenteismo e abusi della legge 104 sono uno strumento pratico ed efficace per tutelare aziende pubbliche e private. Mentre le cronache nazionali portano alla ribalta nuovi scandali legati ai cosiddetti “furbetti del cartellino”, i dati che emergono dagli ultimi studi sull’assenteismo sono allarmanti. Secondo la Cgia di Mestre, solo nella pubblica amministrazione, il danno generato dall’assenteismo vale circa 16 miliardi di euro.

Numerosi gli abusi legati all’utilizzo improprio della legge 104. I permessi legati alla legge 104 dovrebbero facilitare i lavoratori nell’assistenza di famigliari disabili o malati, ma vengono spesso richiesti per svolgere attività meno nobili e importanti. Un altro fenomeno preoccupante è quello delle malattie strategiche, vale a dire all’abitudine di inviare il certificato medico per allungare di un giorno il week end. È infatti curioso notare come quasi il 30% delle assenze per malattie, sia nel settore pubblico che nel privato, cadano di lunedì. Le investigazioni per assenteismo nascono per fornire ai datori di lavoro una soluzione rapida e risolutiva per individuare gli abusi e colpire i responsabili.

INVESTIGAZIONI PER ASSENTEISMO E LICENZIAMENTO

Per licenziare un dipendente assenteista non basta il sospetto, servono evidenze inconfutabili. La raccolta delle prove deve inoltre essere effettuata rispettando le disposizioni in materia di privacy e riservatezza. Pedinare un lavoratore fraudolento, fotografarlo o riprenderlo in maniera maldestra può infatti trasformarsi in un boomerang per il datore di lavoro.

Il modo migliore per tutelarsi, e proteggere la redditività e il patrimonio dell’azienda, è quindi affidarsi a un professionista specializzato in investigazioni per assenteismo. Un detective esperto in indagini aziendali è infatti l’unico in grado di offrire prove sicure e sempre valide in tribunale. Al termine dell’indagine si potrà così disporre di un dossier completo di testimonianze video e fotografiche,per dimostrare gli abusi e procedere al licenziamento per giusta causa del lavoratore assenteista.

INVESTIGAZIONI AZIENDALI LE MINACCE PIÙ TEMUTE DALLE IMPRESE
venerdì, 07 aprile 2017 / Published in News

Una recente indagine condotta da Axerta sulle indagini aziendali mette in luce le minacce più temute dalle imprese. La ricerca è stata condotta grazie alla collaborazione di 164 professionisti esperti di sicurezza aziendale, e ha restituito dati interessanti sulle criticità più urgenti e sul ricorso alle investigazioni aziendali per risolverle.

Secondo il 67% degli intervistati la criminalità informatica e l’infedeltà di dipendenti, amministratori, dirigenti e soci sono gli illeciti che mettono più a rischio la salute e il successo del business. Seguono a stretto giro le frodi sugli acquisti(citate dal 53% del campione), gli atti vandalici e i furti (40%) e lo spionaggio industriale (con una rilevanza del 33%). A pari merito all’ultimo posto dell’indagine troviamo invece l’assenteismo degli impiegati, la violazione della proprietà intellettuale e la sottrazione di materie prime (27%).

LA PERCENTUALE DI SUCCESSO DELLE INVESTIGAZIONI AZIENDALI

Tra i risultati più interessanti emersi dall’inchiesta c’è il fatto che più del 40% delle aziende italiane è vittima di frodi o comportamenti scorretti da parte di impiegati e amministratori. I danni per le imprese sono enormi, sia a livello economico che dal punto di vista della perdita di competitività. L’arma più efficiente per contrastare il fenomeno sono le indagini aziendali, che permettono di scovare in tempi rapidi i responsabili e assicurarli alla giustizia. Il ricorso a detective privati e professionisti della sicurezza consente infatti di produrre prove concrete per procedere al licenziamento per giusta causa, oltre a prevenire frodi e pratiche sleali grazie a indagini preliminari sempre più richieste, come quelle pre-assunzione.

In base all’indagine Axerta la percentuale di successo delle investigazioni aziendali è altissima, i comportamenti scorretti vengono infatti smascherati nel90% dei casi.In molte altre situazioni (pari al 5%), affidarsi a un professionista aiuta invece i titolari a scoprire azioni in buona fede, come ad esempio gli errori involontari nella reportistica all’origine del danno.

 

Da noi la consulenza è GRATUITA ! Contattaci Adesso…
Contattaci

Investigazioni per assenteismo e abusi della legge 104
martedì, 21 marzo 2017 / Published in News

Le investigazioni per assenteismo e abusi della legge 104 sono uno strumento pratico ed efficace per tutelare aziende pubbliche e private. Mentre le cronache nazionali portano alla ribalta nuovi scandali legati ai cosiddetti “furbetti del cartellino”, i dati che emergono dagli ultimi studi sull’assenteismo sono allarmanti. Secondo la Cgia di Mestre, solo nella pubblica amministrazione, il danno generato dall’assenteismo vale circa 16 miliardi di euro.

Numerosi gli abusi legati all’utilizzo improprio della legge 104. I permessi legati alla legge 104 dovrebbero facilitare i lavoratori nell’assistenza di famigliari disabili o malati, ma vengono spesso richiesti per svolgere attività meno nobili e importanti. Un altro fenomeno preoccupante è quello dellemalattie strategiche, vale a dire all’abitudine di inviare il certificato medico per allungare di un giorno il week end. È infatti curioso notare come quasi il 30% delle assenze per malattie, sia nel settore pubblico che nel privato, cadano di lunedì. Le investigazioni per assenteismo nascono per fornire ai datori di lavoro una soluzione rapida e risolutiva per individuare gli abusi e colpire i responsabili.

INVESTIGAZIONI PER ASSENTEISMO E LICENZIAMENTO

Per licenziare un dipendente assenteista non basta il sospetto, servono evidenze inconfutabili. La raccolta delle prove deve inoltre essere effettuata rispettando le disposizioni in materia di privacy e riservatezza. Pedinare un lavoratore fraudolento, fotografarlo o riprenderlo in maniera maldestra può infatti trasformarsi in un boomerang per il datore di lavoro.

Il modo migliore per tutelarsi, e proteggere la redditività e il patrimonio dell’azienda, è quindi affidarsi a un professionista specializzato in investigazioni per assenteismo. Un detective esperto in indagini aziendali è infatti l’unico in grado di offrire prove sicure e sempre valide in tribunale. Al termine dell’indagine si potrà così disporre di un dossier completo di testimonianze video e fotografiche,per dimostrare gli abusi e procedere al licenziamento per giusta causa del lavoratore assenteista.

ASSENTEISMO SUL LAVORO E LICENZIAMENTO PER GIUSTA CAUSA
martedì, 13 dicembre 2016 / Published in News

Quando si parla di assenteismo sul lavoro si fa di solito riferimento al settore pubblico. Il fenomeno è invece estremamente comune anche nel privato, e mette a rischio la sopravvivenza di migliaia di aziende.Poter contare su dipendenti affidabili, capaci di svolgere con professionalità e onestà le proprie mansioni, è una risorsa insostituibile per le imprese. Molto spesso però, le giuste tutele garantite dal nostro ordinamento sono aggirate da impiegati furbetti, mettendo a repentaglio anche i rapporti tra colleghi e l’equa distribuzione dei carichi lavorativi.

Vediamo insieme le situazioni più comuni legate all’assenteismo sul lavoro:

• Simulazione di malattia o infortunio: è il caso del lavoratore che, grazie all’appoggio di un medico connivente, finge di avere problemi di salute più o meno gravi.

• Prolungamento ingiustificato di malattia o infortunio: pur partendo da una situazione di reale disagio fisico, il periodo di assenza dal lavoro viene esteso senza ragioni. Così il lavoratore resta a casa anche quando potrebbe (e dovrebbe) tornare in azienda.

• Abuso della legge 104/92: i permessi retribuiti sono utilizzati come scusa per attività diverse dall’assistenza ai familiari in difficoltà.

ASSENTEISMO SUL LAVORO E LICENZIAMENTO PER GIUSTA CAUSA

Di fronte al sospetto di assenteismo sul lavoro sono sempre di più le aziende che si rivolgono a detective privati. Le indagini per accertare comportamenti scorretti dei propri impiegati sono infatti lo strumento più efficace per ottenere prove affidabili e procedere al licenziamento per giusta causa. Questo perché un professionista conosce tutte le tecniche per stanare i raggiri. Il lavoro parte da un’investigazione preliminare sul dipendente, per poi passare a sopralluoghi e pedinamenti. Si raccolgono così video e fotografie a supporto di eventuali azioni legali, nel completo rispetto della legge e della privacy.Per risolvere il problema dell’assenteismo sul lavoro basta un piccolo investimento. Scegliere un’indagine dedicata significa liberarsi delle zavorre e risparmiare, tutelando sia il benessere dell’azienda che la propria posizione.