Investigazioni per assenteismo e abusi della legge 104
martedì, 21 marzo 2017 / Published in News

Le investigazioni per assenteismo e abusi della legge 104 sono uno strumento pratico ed efficace per tutelare aziende pubbliche e private. Mentre le cronache nazionali portano alla ribalta nuovi scandali legati ai cosiddetti “furbetti del cartellino”, i dati che emergono dagli ultimi studi sull’assenteismo sono allarmanti. Secondo la Cgia di Mestre, solo nella pubblica amministrazione, il danno generato dall’assenteismo vale circa 16 miliardi di euro.

Numerosi gli abusi legati all’utilizzo improprio della legge 104. I permessi legati alla legge 104 dovrebbero facilitare i lavoratori nell’assistenza di famigliari disabili o malati, ma vengono spesso richiesti per svolgere attività meno nobili e importanti. Un altro fenomeno preoccupante è quello dellemalattie strategiche, vale a dire all’abitudine di inviare il certificato medico per allungare di un giorno il week end. È infatti curioso notare come quasi il 30% delle assenze per malattie, sia nel settore pubblico che nel privato, cadano di lunedì. Le investigazioni per assenteismo nascono per fornire ai datori di lavoro una soluzione rapida e risolutiva per individuare gli abusi e colpire i responsabili.

INVESTIGAZIONI PER ASSENTEISMO E LICENZIAMENTO

Per licenziare un dipendente assenteista non basta il sospetto, servono evidenze inconfutabili. La raccolta delle prove deve inoltre essere effettuata rispettando le disposizioni in materia di privacy e riservatezza. Pedinare un lavoratore fraudolento, fotografarlo o riprenderlo in maniera maldestra può infatti trasformarsi in un boomerang per il datore di lavoro.

Il modo migliore per tutelarsi, e proteggere la redditività e il patrimonio dell’azienda, è quindi affidarsi a un professionista specializzato in investigazioni per assenteismo. Un detective esperto in indagini aziendali è infatti l’unico in grado di offrire prove sicure e sempre valide in tribunale. Al termine dell’indagine si potrà così disporre di un dossier completo di testimonianze video e fotografiche,per dimostrare gli abusi e procedere al licenziamento per giusta causa del lavoratore assenteista.

La videosorveglianza dei dipendenti contro i furti in azienda
mercoledì, 01 marzo 2017 / Published in News

La videosorveglianza dei dipendenti è uno degli strumenti più efficaci per proteggersi dai furti in azienda e altri illeciti. Il tema del controllo sul luogo di lavoro è spesso oggetto di dibattito, soprattutto per questioni legate alla riservatezza e al diritto alla privacy.

Una sentenza della Corte di Cassazione di Milano ha sancito che la videosorveglianza dei dipendenti effettuata da un investigatore privato è legittima, anche se la telecamera è nascosta. Non solo, le prove prodotte da un’indagine professionale sono valide in tribunale, e possono determinare il licenziamento del lavoratore trovato a rubare. Novità interessanti sulla questione sono state introdotte anche dal Jobs Act, che amplia le possibilità di utilizzo dei sistemi di videocontrollo. Prima delle ultime modifiche gli impianti di videosorveglianza erano infatti concessi solo per esigenze organizzative, produttive e di sicurezza. Grazie alle ultime disposizioni il datore di lavoro può invece usare strumenti di controllo a distanza anche per proteggere il patrimonio dell’attività, e dunque per difendersi dai furti in azienda.

AFFIDARE A UN INVESTIGATORE PRIVATO LA VIDEOSORVEGLIANZA DIPENDENTI

La videosorveglianza dei dipendenti, per essere pienamente legale, deve comunque rispettare alcuni criteri. Riprendere abusivamente i lavoratori, anche se trovati in flagranza di reato, può non essere sufficiente. Il ricorso a un investigatore privato è la soluzione più rapida a tutela del datore di lavoro. L’esperienza di un team specializzato, e la vasta conoscenza della normativa in materia di privacy, raccolta e protezione dei dati personali, certificano la validità di ogni indagine.

Un investigatore privato esperto garantisce la legalità delle azioni di controllo. In questo modo, oltre a individuare i responsabili dei furti in azienda, sarà possibile ottenere prove certe per sanzionarli. Attraverso le attività di monitoraggio l’investigazione fornirà al datore di lavoro riprese video e audio sicure al 100%,da utilizzare in tribunale per ottenere il licenziamento per giusta causa del dipendente.